CHI SIAMO

Il gruppo Zdizappa nasce a luglio del 2012 dall’incontro tra persone con esperienze diverse, accomunate dal desiderio di trovare uno spazio di condivisione che, nel verde, avesse un punto d’unione. La continua ricerca di un contatto con la terra fa crescere frutti e nuove relazioni.
Nell’autunno del 2012 iniziamo con azioni di Guerrilla Gardening su alcune aiuole di Cuneo. Gli interventi sono simbolici (ma non solo!) e vogliono evidenziare l’importanza di migliorare l’ambiente in cui viviamo. E’ un atto concreto, benché piccolo, per dire che il bene comune sta nelle nostre mani e nella nostra responsabilità, un esempio di come un luogo, prima trascurato e invisibile, può acquistare consistenza, colore, bellezza, diventare paesaggio urbano, non area marginale del costruito.
Aiuole come laboratori, in cui incrociare conoscenze, esperienza, creatività e praticità. Un’iniziativa aperta a tutti, con la quale s’intende diffondere un’idea, un progetto di condivisione per essere parte attiva, utilizzatori e responsabili diretti dei luoghi, dei beni e dei prodotti, per completarsi attraverso l’interazione con il territorio in cui viviamo.

Nel contempo si sviluppa l’idea di realizzare un ‘Orto Condiviso‘ a Cuneo. Il progetto vuole svilupparsi su un’area ben visibile, facilmente accessibile, con una superficie di circa 2000 mq e con disponibilità di acqua e su suolo di proprietà pubblica. L’area che soddisfa queste caratteristiche è un piccolo pezzo in Piazza d’Armi. Questa infatti è un’area pubblica comunale, non è al momento utilizzata, vi è disponibilità d’acqua ad uso irriguo (bealera), è visibile, ha facilità d’accesso, è collocata in uno dei quartiere più popolosi di Cuneo (San Paolo) ed è destinata a parco dal Piano Regolatore Generale.

Sul finire del 2014 inizia a farsi largo una nuova idea: realizzare una ‘foresta giardino‘. Nel corso del 2015 l’idea prende forma e troviamo l’area dove fare gli impianti, oltre alla collaborazione dell’associazione ‘Casa del quartiere Donatello’ di Cuneo. La superficie è di 1700mq ed insieme diamo vita al alla ‘foresta edibile’, un giardino bello da vedere e buono da mangiare. L’impianto si basa sui principi della permacultura, un approccio di progettazione per sistemi sostenibili che prevede un basso apporto di energia e manodopera.
Gli obiettivi principali del progetto sono promuovere un’idea diversa del cibo che mangiamo, del suo valore, dei legami che questo può creare, stimolare comprensione, fare sperimentazione e instaurare scambio di conoscenze tra persone di ogni fascia d’età, cultura o provenienza. Un laboratorio in cui incrociare praticità, esperienza, creatività e idee, di cui saremo autori sin dal principio.